Inverno: istruzioni per l'uso!

30.10.19

Cosa c'è di più bello nello svegliarsi la mattina e passare dal tepore del piumino a una stanza ghiacciata o tornare a casa, quando fuori c'è freddo e umido, e trovare un ambiente inospitale e non confortevole? Ovviamente scherziamo! Però, a volte, la situazione che alcuni di noi si sono trovati ad affrontare è proprio questa. Il motivo? I radiatori non funzionano correttamente. Se il termosifone è freddo, la paura che qualcosa si sia guastato nell'impianto di riscaldamento può farti davvero rabbrividire, più ancora del clima autunnale. Potrebbe essere un problema della caldaia o un malfunzionamento del sistema: scopriamo insieme le cause più frequenti e vediamo come risolverle.

Controlla che la caldaia funzioni
La prima cosa da fare, se il termosifone non si riscalda quando dovrebbe, è controllare che il cuore del sistema di riscaldamento, cioè la caldaia, funzioni correttamente. Se hai installato una caldaia che deve rifornire i radiatori di acqua calda, assicurati che sul display non compaiano messaggi di errore. Nel caso il generatore sia in blocco dovrai effettuare un reset della caldaia seguendo quanto riportato sul libretto dell'impianto.

Controlla l'impianto di riscaldamento
Se scopri che uno o più termosifoni sono freddi, potrebbe anche essere un segnale che c'è aria nel sistema. L'aria nell'impianto di riscaldamento tende a raccogliersi nei punti più alti e impedisce la corretta distribuzione dell'acqua di riscaldamento. Fortunatamente, questo problema può essere risolto facilmente, in pochi e semplici passaggi:
1) apri completamente tutti i termostati e fai andare il riscaldamento per 10-15 minuti, con tutti i radiatori accesi;
2) spegni la pompa di circolazione e attendi che i radiatori si siano raffreddati, in genere ci vogliono 30-60 minuti;
3) sfiata i radiatori usando una chiave di sfiato o un cacciavite fino alla completa uscita dell'aria;
4) accendi la caldaia e controlla che la pressione dell'acqua sia a livelli ottimali, in caso non lo sia ripristina i corretti valori.

Un'altra causa comune dei termosifoni freddi potrebbe essere una valvola bloccata. Spesso questo problema riguarda un singolo radiatore, quindi se in casa c'è un solo termosifone freddo potrebbe essere facile intuire qual è il problema. La valvola termostatica, di solito posizionata sulla parte alta del radiatore, controlla il flusso di acqua calda verso il radiatore. Se è difettosa o datata potrebbe bloccarsi e non lasciar più passare l'acqua.

Per verificare se è questo blocco che impedisce al termosifone di riscaldarsi, rimuovi la testa girevole della valvola e scopri il perno che si trova sotto: premilo con il dito e lascialo risalire nuovamente. Se il perno è già premuto o non si muove liberamente, potrebbe essersi bloccato. In questo caso prova a liberarlo usando una pinza e un po' di lubrificante, fino a quando non sarà in grado di muoversi liberamente con facilità. Attenzione a non applicare una pressione eccessiva, perché potresti danneggiarlo. Se non sei sicuro di riuscire a sfiatare il termosifone da solo o non vuoi rischiare di rompere qualcosa mettendo mano a una valvola bloccata, puoi sempre affidarti a un professionista.

Controlla la pressione dell'acqua
Se la caldaia o la pompa di calore funzionano correttamente, controlla la pressione dell'acqua. Puoi leggere il valore direttamente sul manometro posto sul generatore. Per una caldaia a gas residenziale, la corretta pressione dell'acqua è di solito intorno a 1,0 bar. Se il valore che vedi indicato è inferiore devi fare in modo di riportarlo su indici corretti.

Controlla che l'impianto sia bilanciato
Un termosifone freddo potrebbe anche essere causato da un problema di bilanciamento del sistema. L'acqua calda tende a salire verso l'alto, quindi se noti che i radiatori al piano superiore funzionano bene mentre quelli al piano inferiore rimangono freddi, ciò potrebbe essere un indizio che qualcosa non va. In questo caso, vai ai radiatori al piano di sopra e chiudi la valvola più piccola all'estremità opposta rispetto al termostato, quindi aprila di un quarto di giro. Ciò non comporterà nessuna riduzione nell'efficacia dei radiatori al piano superiore, ma spingerà il calore a fluire verso quelli al piano di sotto. Un corretto bilanciamento del sistema garantisce un impianto di riscaldamento efficiente ed economico in tutta la casa, ottimizzando i consumi di energia ed evitando sprechi di denaro.

Con una manutenzione regolare della caldaia stai tranquillo
Il modo migliore per evitare problematiche come quella dei radiatori che rimangono freddi è far eseguire a un professionista qualificato una regolare manutenzione dell'impianto e del generatore. In questo modo ti assicuri che tutto funzioni sempre al meglio, prevenendo eventuali disagi come questo e mettendo al sicuro chi abita in casa. Con una regolare manutenzione caldaia hai un generatore sempre efficiente, una casa calda e confortevole e una bolletta più leggera.

Torna alle Rubriche « Torna alle Rubriche