S2S4E: quando le previsioni meteo contribuiscono a limitare i cambiamenti climatici.

17.07.19

Il progetto S2S4E, finanziato dall'UE, dal 20 giugno ha lanciato le sue nuove previsioni stagionali che mirano a consentire una migliore preparazione agli eventi meteorologici estremi, in un contesto climatica in costante evoluzione, che potrebbe essere utile per tutte le industrie dipendenti dalle condizioni meteorologiche.

"Molte persone pensano spesso al cambiamento climatico come qualcosa che accadrà tra 20-30 anni, ma sta accadendo ora, con nuovi record di calore e precipitazioni che vengono battuti ogni giorno. Le attuali metodologie guardano al passato e non tengono conto di questa variabilità climatica, ma le nostre previsioni lo fanno", afferma il coordinatore del progetto Albert Soret del Barcelona Supercomputing Center.

"Il cambiamento climatico significa che vedremo sempre più eventi meteorologici estremi come mai prima d'ora, e abbiamo bisogno di strumenti che ci aiutino ad adattarci a questi cambiamenti", afferma Soret.

S2S4E Decision Support Tool (DST) è stato sviluppato appositamente per il settore energetico e, quindi, mostra anche previsioni sulla domanda di elettricità, produzione di energia eolica, solare e idroelettrica, nonché afflussi dai fiumi alle centrali idroelettriche.

È stato sviluppato da scienziati del clima ed esperti informatici in cooperazione con le società energetiche, prendendo come base la prognosi globale operativa dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio, nonché le previsioni dei Centri nazionali per la previsione ambientale. Sono stati quindi utilizzati metodi statistici per calibrare e migliorare queste prospettive.

"Il DST è il primo vero tentativo di mettere la conoscenza all'avanguardia della ricerca sul clima al servizio del mercato dell'energia", afferma Soret.

"Abbiamo applicato nuovi metodi di ricerca per esplorare le frontiere delle condizioni meteorologiche per le prossime settimane e mesi", aggiunge.

Tra i partner del progetto sono numerose le aziende energetiche: hanno contribuito allo sviluppo del DST condividendo le loro conoscenze riguardo ai bisogni dei commercianti di energia e degli altri attori nel mercato, personalizzando l'interfaccia per far si che mostri le previsioni in un modo che sia utile per loro.

"Il trading di energia e la gestione del rischio sono tutti incentrati sul processo decisionale. Con una forte crescita delle energie rinnovabili, la quota di influenze legate al clima sul mercato dell'energia è in aumento. Le previsioni meteorologiche all'avanguardia sono già fondamentali per il successo nel settore dell'energia e la sua importanza continuerà sicuramente ad aumentare in futuro", afferma Christoph Elsässer, analista di meteorologia energetica presso l'utility tedesca ENBW.

Mathieu Salel, stratega dell'innovazione presso la società di consulenza francese LGI - anch'essa partner del progetto - è d'accordo, affermando che i vantaggi dello strumento per il business dell'energia sono "cristallini".

"In un settore dipendente dal clima, più informazioni si hanno, meno rischi si prendono quando si prendono decisioni", afferma Salel.

"Il DST contribuirà anche ad aiutare il clima, perché migliorerà l'integrazione delle energie rinnovabili nella fornitura di energia rendendo più affidabili le previsioni per la produzione di energia solare, eolica e idroelettrica, il che significa che la dipendenza dai combustibili fossili può essere ridotta", aggiunge.

Il DST (versione beta) è disponibile su www.s2s4e.eu/dst e sarà gratuito almeno fino alla fine di novembre 2020.

Questo tool potrebbe rivelarsi utile anche per le persone che lavorano in altri settori. "Gli agricoltori e gli analisti meteorologici e climatici delle compagnie assicurative potrebbero trarne vantaggio", afferma Isadora Jiménez, esperta di trasferimento delle conoscenze presso il Centro di supercalcolo di Barcellona e parte di il team di coordinamento del progetto.

"Il settore del vino è un chiaro esempio. Sapere in anticipo se una stagione sarà particolarmente secca o umida può fare la differenza per i produttori di vino quando decidono come tagliare le loro viti per proteggerle dalla pioggia o dal sole e quando prendono decisioni suifertilizzanti da usare", aggiunge.

"In generale, prima le persone sanno come sarà il tempo, meglio saranno in grado di pianificare e prepararsi", dice Jiménez.

"Le aziende energetiche sono benvenute per testare lo strumento insieme a noi e, fornendoci un feedback sullo strumento, riceveranno in cambio i consigli degli esperti", afferma Jiménez.

S2S4E è un progetto finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell'UE Orizzonte 2020 che sta lavorando per rendere le previsioni a lungo termine per la generazione di energia rinnovabile più affidabili e utilizzabili. S2S4E è coordinato dal Barcelona Supercomputing Centre e i 12 partner del progetto provengono da sette diversi paesi in Europa (Spagna, Francia, Norvegia, Germania, Italia, Regno Unito e Svezia).

Torna alle Rubriche « Torna alle Rubriche